Crea sito

Pozzo, Riva e la gestione sportiva del Watford

Anche se non compare ai vertici nell’organigramma del Wartford, Gino Pozzo è l’anima organizzativa e il motore della squadra, pur lasciando il ruolo di presidente esecutivo a Raffaele Riva. Un po’ come accaduto con l’Udinese, di cui Giampaolo Pozzo si è sempre detto “primo tifoso”, lasciando sempre più spazio, però, per la parte tecnica e quella commerciale, ai figli Gino e Magda. In questo modo, passo dopo passo, tassello dopo tassello, la famiglia Pozzo è diventata una delle proprietà più longeve del calcio professionistico italiano, dopo la famiglia Agnelli con la Juventus, e ha superato anche il Milan dopo la vendita da parte di Silvio Berlusconi. Gino Pozzo, da sempre braccio destro del padre Giampaolo, fidato consigliere e collaboratore, è sempre stato un uomo d’affari dalla grande esperienza sportiva. Figlio di grandi imprenditori e lui stesso grande imprenditore, Gino Pozzo è nato con il calcio nel sangue, un mondo al quale ha giurato fedeltà e lealtà eterne. Dopo il trasferimento e un periodo negli Stati Uniti all’età di 18 anni, Gino Pozzo è poi tornato in Europa, e ha trascorso circa 20 anni in Spagna, dopo aver sposato una catalana. Poi il trasferimento a Londra, per seguire da vicino il Watford, dove Gino vive, pur possedendo una casa in Spagna. 

Quando la famiglia Pozzo ha acquisito il Watford, Gino Pozzo ne è diventato amministratore delegato e proprietario legale, e ha deciso di farsi affiancare da Raffaele Riva che del Watford è stato, per alcuni anni, presidente esecutivo. Ricordiamo che accedendo a questa pagina: Raffaele Riva Watford troverai le ultime news su Raffaele Riva e la squadra di calcio Watford. 
Gino Pozzo e suo padre Giampaolo hanno investito molto nel Watford, come si diceva, stabilendo anche importanti trasferimenti tra club inglese, il Granada e l’Udinese, gli altri club di loro proprietà. Il giornale britannico “The Guardian”, nel maggio del 2019, ha definito Gino Pozzo un “perfezionista esigente” che con il Watford è riuscito a fare “l’impensabile“. Il celebre quotidiano inglese, insomma, ha descritto senza mezzi termini la gestione di Gino Pozzo, in particolare dopo lo storico traguardo raggiunto della finale di FA Cup. Nell’aprile 2019, infatti, gli Hornets, trascinati dall’attaccante spagnolo, ex milanista Gerard Deulofeu, hanno eliminato in semifinale di FA Cup il Wolverhampton, sconfitto 3-2 in rimonta. Il 18 maggio 2019, a Wembley, il Watford – in una storica finale, la seconda della storia del club inglese – si è giocato il trofeo contro il Manchester City. Nonostante una sonora sconfitta, per 6-0, la finale del 2019 rimane comunque uno storico risultato, un obiettivo raggiunto, ancora ad opera dei Pozzo. Ecco perché molti tifosi del Watford considerano Gino Pozzo un vero e proprio “salvatore”, grazie anche al supporto e all’esperienza di una famiglia che vive nel calcio e per il calcio, e che sa come fare bene in questo mondo.